Modulo di contatto Rapido

Email:
Oggetto:
Messagio:
Top Panel
Accedi

Login to your account

Username
Password *
Remember Me

Percorso "la casa del contadino povero"

Via Rapisardi

In questo museo, tre vani piccolissimi, rimasti così come furono lasciati da chi vi abitava prima di emigrare, sulla falsa riga del titolo di un recente libro di Giampalo Pansa “Eravamo poveri, torneremo poveri?”, è raccontata la miseria – nerissima, oggi inconcepibile – in cui per secoli vissero i contadini poveri, i cosiddetti servi della gleba, a Montedoro, ma più in generale in Sicilia, nel resto del Paese e nel Mondo (in molti paesi ancora oggi si continua a vivere così).

La rappresentazione della miseria, che si percepisce già nell'entrare dall'odore di stallatico e di piscio di cui sono rimaste impregnate le pareti, è affidata a scritte, fotografie, filmati, e soprattutto alla rusticità e rozzezza del fabbricato, un abituro miserabile in cui vivevano ammassati assieme, in una promiscuità quasi primitiva, uomini, donne, bambini ed animali.

Riportiamo di seguito, per rendere l'idea, alcuni testi brevissimi di Navarra della Miraglia e dello scrittore montedorese Giovanni Petix, esposti nel museo.

 

[…] da continuare

Nome Abitanti: Montedoresi

Estensione Territorio: 14,53 Km2

Numero Abitanti: 1.650

Santo Patrono: Maria SS del Rosario (prima domenica di Ottobre)